Uno sguardo all’attività del presente, perché non si vive di solo passato

Copyright © 2009 by L.C.  ·  All Rights reserved  ·  E-Mail: info@archeologiadellosport.com
Designed by Agrdata
ATTUALITA' AGONISTICA
FILMATI ARCHEOSPORT
TELECRONISTI
LA TV DELLO SPORT
MEMORIE DEL TROTTATORE
RICERCA FILMATI
CONTATTI
LINK
CONSIDERAZIONI DELL’ARCHEOLOGO
ARCHEOLOGIA LETTERARIA
 
<< Pagina Precedente
HOME PAGE
CALENDARI AGONISTICI
Pagina successiva >>
ALL’ALBA VINCEREI

Chissà
perché non si è mai pensato di insegnare a scuola una materia chiamata SPORT, ovviamente non quella che si propone nelle forme più o meno ginniche dell’educazione fisica, ma come studio dell’agonismo, inteso come origine, storia, regolamenti, distinzione delle varie discipline, profili dei moderni vincitori e vinti, raffronti nell’intensità delle emozioni.
Eppure un siffatto insegnamento avrebbe coinvolto (e potrebbe coinvolgere) anche gli alunni più distratti o svogliati. Chi vi scrive poteva innalzare di netto la propria media scolastica snocciolando in un solo secondo le squadre dei vari Dell’Omodarme, Bubacco, Martiradonna.......oppure ricordando senza colpo ferire i gregari di Merckx negli anni della Faema o della Faemino. Nozionismo direte Voi, dati mnemonici aggiungerete ancora…... Niente affatto, cultura sportiva che vive di ricordi, di emozioni, di esultanza, di delusione, di metafore della vita.
Parallelamente parte un’altra materia: il giornalismo sportivo, specialmente il mondo dei telecronisti, voci diventate talmente note da sfondare le .... pareti del televisore per diventare persone di casa, parenti con i quali conversare, ridere o perfino litigare. Anche un particolare, un Telegiornale che spezza il ritmo della gara, un audio che salta con un altro telecronista che prende la linea da studio, può diventare fonte di aneddoto o di ricordo curioso. Per questo il cocktail formato dal ricordo di una determinata gara diventa una “bevanda” straordinaria composta da ricordi, sensazioni, emozioni.
Questo sito si propone non già di insegnare queste due materie, sport e giornalismo sportivo, sarebbe esercizio gratificante ma comunque pretenzioso ed arrogante, semplicemente vuole incentivare, attraverso proposte in pillole,  la voglia di sport del passato, più o meno recente,  attraverso filmati che si ritengono rari o rarissimi, oppure particolarmente significanti.
Ma attenzione, al di là dei contributi diretti, chi vi scrive, vorrebbe anche indirizzarvi, con la frequenza che gli stessi ritmi del web detteranno, verso le immagini sportive più rare che si possono trovare.
Spazio anche all’attualità, nei modi e nelle forme che proprio le singole discipline ci costringeranno a seguire, non solo perché il presente un domani sarà ieri, ma per la semplice ragione che può presentare, sempre ed ugualmente spunti interessanti o sussidiari, vittorie da rinnovare, tradizioni da infrangere, trasmissioni ignorate o cileccate dalle Tv (e purtroppo temo ve ne saranno molte), battute di spirito o quant’altro fa sport. In definitiva sport ad alto livello e di competenza, ma sempre con modestia, al punto da temperare con il condizionale l’altisonante incipit pucciniano “All’alba vincerò” con un più cauto ……. “All’alba vincerei”.

LC (l’archeologo)

CONTAMINAZIONI
CINEMATOGRAFICHE


ARCHEOLOCINEMA
CINEMA DA URL
COLONNE SONORE